La Giunta Comunale

Assessori

 

Alice Morandin

Image Alice Morandin

Vicesindaco

  • Viabilità
  • Ecologia
  • Ambiente
  • Energie Alternative

Ricevimento Sabato dalle ore 10.00 alle ore 11.30 o su appuntamento

Tel. 049/9793990

segreteria@santangelopiove.net

 

 

Romano Boischio

Image Romano Boischio
  • Lavori Pubblici
  • Edilizia Privata
  • Urbanistica

Ricevimento Mercoledì dalle ore 17.30 alle ore 19.00

(Sabato Mattina su appuntamento)

 

Tel 049/9793990

segreteria@santangelopiove.net

 

Moreno Maniero

Image Moreno Maniero
  • Politiche Sociali
  • Servizi alla persona
  • Sanità

Ricevimento il Giovedì dalle ore 10.30 alle ore 12.30 oppure su appuntamento

 

Tel 049/9793990

segreteria@santangelopiove.net

 

Loana Chinello

Image Loana Chinello
  • Attività Produttive e Commercio
  • Manifestazioni
  • Pari opportunità
  • Rapporti con la Frazione di Vigorovea

Ricevimento il martedì dalle ore 18.00 alle ore 19.00 (Sabato mattina su appuntamento)

 

Tel. 049/9793990

segreteria@santangelopiove.net

 

Natura e composizione della Giunta

1. La Giunta comunale collabora con il Sindaco nell'amministrazione del Comune.

2. La Giunta è composta dal Sindaco, che la presiede, e dagli assessori in numero minimo di 4 e massimo di 6. Essa opera mediante deliberazioni collegiali.

3. Il Sindaco, entro dieci giorni dalla sua proclamazione, nomina i componenti della Giunta.
La Giunta è costituita e può validamente deliberare una volta che il Sindaco abbia comunicato la nomina ai singoli assessori e questi abbiano accettato il relativo mandato. La nomina ad Assessore deve essere accettata per iscritto entro cinque giorni dalla notifica dell'investitura. In caso contrario si intende respinta.

4. Possono far parte della Giunta anche cittadini non consiglieri ma in possesso dei requisiti di compatibilità ed eleggibilità alla carica di Consigliere. Non possono ricoprire la carica di Assessore i candidati non eletti all'interno delle liste presentate per l'elezione del Consiglio Comunale.

5. L'Assessore esterno partecipa alle sedute del Consiglio comunale con diritto di parola ma senza diritto di voto. In nessun caso viene computato nel numero dei presenti ai fini della validità della seduta di Consiglio e dell'approvazione dei relativi atti.


ART. 38
Durata in carica della Giunta
Cessazione di singoli componenti

1. La Giunta rimane in carica fino all'insediamento del nuovo Sindaco.

2. Gli assessori singoli cessano dalla carica per:
a) morte;
b) dimissioni;
c) revoca;
d) decadenza.

3. Le dimissioni dalla carica di Assessore vanno indirizzate al Sindaco ed assunte immediatamente al protocollo dell’ente. Sono irrevocabili sin dalla loro presentazione e diventano efficaci con la surroga del successore.

4. Il Sindaco può revocare, con provvedimento scritto e motivato, uno o più assessori. La revoca ha efficacia dalla data di notifica del provvedimento.

5. Gli assessori singoli decadono dalla carica nei casi previsti dalla legge.

6. Il Sindaco, con provvedimento soggetto a notifica, sostituisce gli assessori revocati, dimissionari o decaduti entro trenta giorni. Entro tale data convoca il Consiglio per comunicare i provvedimenti di revoca e sostituzione.


ART. 39
Funzionamento della Giunta

1. L'attività della Giunta è collegiale, ferme restando le attribuzioni e le responsabilità dei singoli assessori, secondo quanto disposto dall'articolo successivo.

2. La Giunta è convocata dal Sindaco, che fissa gli oggetti all'ordine del giorno della seduta.

3. Il Sindaco dirige e coordina l'attività della Giunta e assicura l'unità dell'indirizzo politico-amministrativo e la collegiale responsabilità di decisione della stessa.

4. La Giunta delibera con l'intervento di almeno la metà dei suoi componenti ed a maggioranza assoluta di voti.

5. Le sedute della Giunta non sono pubbliche.

6. Nelle votazioni palesi, in caso di parità di voti, prevale quello del Sindaco o di chi per lui presiede la seduta.

7. Su ogni proposta di deliberazione sottoposta alla Giunta, che non sia mero atto di indirizzo deve essere richiesto il parere in ordine alla sola regolarità tecnica del responsabile del servizio interessato e, qualora comporti impegno di spesa o diminuzione di entrata, del responsabile di ragioneria in ordine alla regolarità contabile. I pareri sono inseriti nella deliberazione.

8. Il Segretario comunale partecipa alle riunioni della Giunta, redige il verbale dell'adunanza, che deve essere sottoscritto dal Sindaco o da chi, per lui, presiede la seduta, e dal Segretario stesso; e cura la pubblicazione delle deliberazioni all'albo pretorio.


ART. 40
Competenze della Giunta

1. In generale la Giunta:

a) compie tutti gli atti di amministrazione che non siano riservati dalla legge al Consiglio e che non rientrino nelle competenze, previste dalla legge o dal presente Statuto, del Sindaco, degli organi di decentramento, del Segretario o dei funzionari dirigenti;
b) riferisce annualmente al Consiglio sulla propria attività e ne attua gli indirizzi generali;
c) svolge attività propositiva e di impulso nei confronti del Consiglio.

2. Nell'esercizio dell'attività propositiva, spetta in particolare alla Giunta:

a) predisporre il bilancio preventivo ed il conto consuntivo da sottoporre all'approvazione del Consiglio;
b) predisporre, in collaborazione con le competenti commissioni consiliari, i programmi, i piani finanziari ed i programmi di opere pubbliche, i piani territoriali e urbanistici, i programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione e le eventuali deroghe;
c) proporre i regolamenti da sottoporsi alle deliberazioni del Consiglio;
d) proporre al Consiglio:
* le convenzioni con altri Comuni e con la Provincia, la costituzione e la modificazione di forme associative, l'assunzione di pubblici servizi e la forma della loro gestione;
* l'istituzione e l'ordinamento dei tributi, nonchè la disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi;
* la contrazione dei mutui e l'emissione dei prestiti obbligazionari;
* gli acquisti e le alienazioni immobiliari, le relative permute, gli appalti e le concessioni;

3. Nell'esercizio dell'attività esecutiva spetta alla Giunta:

a) adottare tutti gli atti e provvedimenti occorrenti per l'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio;
b) conchiudere i contratti deliberati in via di massima dal Consiglio;
c) nominare commissioni di gara d'appalto e/o di concorsi pubblici

4. appartiene alla Giunta deliberare le variazioni al bilancio consistenti in prelevamenti dal fondo di riserva ordinario e dal fondo di riserva per le spese impreviste e disporre l’utilizzazione delle somme prelevate. Allo stesso modo la Giunta delibera i prelievi dal fondo di riserva di cassa.

5. La Giunta, sentito il Segretario Comunale, può conferire ai funzionari delle qualifiche apicali le competenze di cui all'art. 107 del T.U.E.L. n. 267/00, stabilendone tempi e limiti.