Servizi Sociali

Image

Responsabile: dott. Vittorino Zecchin

Piazza IV Novembre 27, al primo piano del Centro Anziani
Tel. 049 9793985 - fax 049 9793999
e-mail: servizi.sociali@santangelopiove.net

Personale addetto: Dott.ssa Silvia Tiso

L'orario di ricevimento pubblico è:
Martedì e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00
tutti gli altri giorni si riceve previo appuntamento.

I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un’adeguata qualità della vita. Sono quindi impegnati anche nel prevenire, eliminare o ridurre le condizioni di bisogno, individuale e familiare, derivanti dall’inadeguatezza del reddito, da difficoltà sociali e da condizioni di non autonomia.
Allo stesso tempo si pongono come obiettivo quello di promuovere le forme di aggregazione e il mutuo-aiuto, mirando ad un miglioramento totale della qualità di vita della cittadinanza.
Essi operano in stretta collaborazione con i servizi dell’AULSS e con altri soggetti (scuola, associazionismo, volontariato, cooperative, case di riposo ed altro ancora) per cercare di eliminare le cause di disagio e favorire il benessere dei cittadini.

Per usufruire dei servizi di seguito indicati e ricevere informazioni è necessario rivolgersi all'Assistente Sociale: dott.ssa Silvia Tiso

L’Ufficio Servizi Sociali è in P.zza IV Novembre n. 27, al primo piano del Centro Anziani.

 

Agevolazione servizio idrico per le famiglie numerose

A partire dal 2009 le famiglie con sei o più componenti potranno beneficiare, su specifica istanza rivolta al Gestore del servizio idrico integrato, di una agevolazione compresa rea il 10% ed il 25% di ciascuna bolletta.
 
Chi può chiedere l'agevolazione
L’agevolazione sarà concessa ai nuclei familiari di sei o più componenti con contratto d'uso "domestico", indipendentemente dal reddito disponibile, dietro presentazione, da parte del titolare del contratto di fornitura, di una dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante lo stato di famiglia. Lo sconto verrà applicato a far data dalla richiesta, che dovrà essere presentata agli uffici commerciali del proprio gestore del servizio idrico integrato.Nel caso in cui venga meno la condizione soggettiva per godere dell’agevolazione, l’utente dovrà tempestivamente segnalarlo al gestore.
 
A chi deve essere richiesta
I clienti che possiedono i requisiti soggettivi per beneficiare dell'agevolazione dovranno presentare domanda al gestore del servizio idrico integrato negli orari di apertura al pubblico degli uffici commerciali. Al gestore potranno essere inoltre rivolte tutte le richieste di chiarimenti.
 
Le agevolazioni
L’agevolazione verrà applicata mediante riduzione delle tariffe di acquedotto (parte fissa e parte variabile), fognatura e depurazione applicate per ciascuno scaglione del piano tariffario nella misura stabilita nella seguente tabella:

numerosità nucleo famigliare riduzione tariffa
6 10%
7 15%
8 20%
9 o più 25%

L’agevolazione non si applica invece ai corrispettivi accessori diversi dalla tariffa (nuovi contratti, cambi di intestazione, altre prestazioni di sportello). 

Utenze condominiali

Nel caso di utenze condominiali, quelle cioè in cui esiste un unico contratto di fornitura a fronte di una pluralità di unità immobiliari, l’ottenimento dell’agevolazione è subordinato alla presentazione di una attestazione rilasciata dall’amministratore del condominio da cui si evinca la spesa sostenuta dal nucleo famigliare che richiede l’agevolazione o, in alternativa, il consumo rilevato attraverso il contatore divisionale. In subordine il gestore potrà comunque stabilire, caso per caso, le modalità operative che consentano l’applicazione dell’agevolazione.
 
Per le informazioni e la modulistica sull’iniziativa i clienti possono consultare il sito web dell’A.AS.T-O Bacchiglione all’indirizzo www.atobacchiglione.it/utenti/famiglie-numerose oppure rivolgersi agli uffici commerciali del gestore del servizio idrico integrato.
 
Copia della modulistica è disponibile presso l’Ufficio dei servizi sociali del Comune, oppure nel sito www.atobacchiglione.it/utenti/famiglie-numerose

 

Bonus Energia Elettrica

Dal 1^ Gennaio 2009 tutti i Cittadini italiani e stranieri residenti nel Comune di Sant’Angelo di Piove di Sacco potranno richiedere il “Bonus energia elettrica” presso i seguenti Centri di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionati con il Comune:

  • C.I.A. Cortile San Martino 4/5 (via Cavour) Piove di Sacco – 049/5841958 – 049/9710482. Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30; giovedì dalle 15:00 alle  18:00.
  • C.G.I.L. via Gramsci, 2 Piove di Sacco– 049/9703732. Da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:30.
  • C.I.S.L. Cortile San Martino (via Cavour) Piove di Sacco – 049/9702579. Dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00. A Corte C/o Sala del patronato – mercoledì dalle 15:00 alle 17:00.
  • CONFESERCENTI  via Mazzini, 26 – Piove di Sacco 049/5840565. dal lunedì al giovedì dalle ore 9:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:00. Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

Il “BONUS ENERGIA ELETTRICA” è un’agevolazione introdotta dal Decreto Interministeriale (DM) 28/12/2007 con l’obiettivo di sostenere la spesa energetica delle famiglie in condizione di disagio economico, garantendo un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica. Hanno inoltre diritto al “Bonus” tutte le famiglie presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute, costretto ad utilizzare apparecchiature domestiche elettromedicali necessarie per l’esistenza in vita.    
Hanno quindi diritto al “Bonus energetico” tutti i Cittadini intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza, in condizioni di: 

  • DISAGIO ECONOMICO, con un valore ISEE fino a 7.500,00 euro per la generalità degli aventi diritto, e con valore ISEE fino a 20.000€ per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico;
  • e/o DISAGIO FISICO, con uno dei componenti il nucleo familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo delle apparecchiature elettromedicali necessarie per la loro esistenza in vita.

Per accedere al “Bonus energetico”, i Cittadini nelle suddette condizioni possono recarsi presso i Centri di Assistenza Fiscale convenzionati sopraelencati e richiedere i seguenti moduli da compilare e sottoscrivere:

  • MODULO A o A/bis (nel caso di famiglie numerose)- “Istanza per l’ammissione al regime di compensazione per la fornitura di energia elettrica - Disagio Economico”;
  • e/o MODULO B - “Istanza per l’ammissione al regime di compensazione per la fornitura di energia elettrica - Disagio Fisico”.

In allegato all’apposita modulistica, i Cittadini dovranno presentare i seguenti documenti:

  • ATTESTAZIONE ISEE valida per il 2008, in caso di disagio economico;
  • CERTIFICAZIONE ASL O MODULO C (“Dichiarazione sostitutiva della certificazione ASL”), in caso di disagio fisico;
  • MODULO E (“Dichiarazione sostitutiva della certificazione dei figli a carico”) in caso di disagio economico per le famiglie numerose;
  • Copia del DOCUMENTO DI IDENTITÀ (e, nel caso di presentazione tramite delega, del documento di riconoscimento del delegato).

Al cittadino che avrà presentato la documentazione prevista, i Centri di Assistenza Fiscale convenzionati con il Comune rilasceranno l’Attestazione di Presentazione della Domanda di Agevolazione, confermando che i dati saranno trasmessi al proprio Ente di Distribuzione Energetica e che l’agevolazione sarà applicata direttamente in bolletta al massimo entro 60 giorni dalla data di disponibilità della richiesta per l’impresa di distribuzione. Il Cittadino potrà verificare lo stato di avanzamento della domanda, collegandosi al sito www.bonusenergia.anci.it e inserendo il codice identificativo rilasciato nella stessa Attestazione.
 
Secondo quanto stabilito dal Decreto, ogni nucleo familiare può richiedere l’agevolazione per una sola fornitura energetica. Il “Bonus” a favore delle Famiglie in condizione di disagio economico ha validità 12 mesi ed è retroattivo per il 2008 se richiesto entro il 30 Aprile 2009. Il “Bonus” a favore delle Famiglie in condizione di disagio fisico non ha termini di validità e sarà applicato senza interruzioni fino a quando sussisterà la necessità di utilizzare apparecchiature domestiche elettromedicali. I “Bonus” per disagio economico e disagio fisico sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Per maggiori informazioni e assistenza sulla procedura per la presentazione della domanda di “Bonus”, si prega di contattare i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionati.